Archivi tag: passatempo

Attività manuali ideali per bambini in età prescolare

Attività manuali in tenerissima età: se tuo figlio è un bambino in età prescolare probabilmente già sai che lo sviluppo di abilità motorie di base è importantissima.

Attività motorie per bambini in età prescolare

I bambini hanno bisogno di buone capacità motorie per poter svolgere semplici compiti quotidiani come vestirsi, mangiare, allacciarsi i lacci delle scarpe ecc. A scuola, devono essere in grado di tagliare, incollare, disegnare e di avere il controllo appropriato delle mani per scrivere .

I primi anni di vita sono il periodo in cui queste abilità devono essere completamente sviluppate.

Mentre ci sono infinite idee di attività su Pinterest e Google per attività di motore estremamente creative, ho pensato che avrei semplificato le cose condividendo 10 delle cose più elementari che puoi lasciare fare a tuo figlio.

Ecco 10 attività di base che i tuoi bambini dovrebbero svolgere quasi quotidianamente per garantire che sviluppino le loro abilità motorie. Ho anche suggerito diversi modi per fare ogni attività. Ricorda: più l’attività è libera, migliore sarà per lo sviluppo e la creatività del tuo bambino.
Non è necessario preparare tutte queste attività o renderle elaborate o complicate.

Più semplice è, meglio sarà.

1. Taglio

Il taglio è un’abilità importante che dovrebbe essere praticata regolarmente. Con il tempo i bambini imparano a tenere un paio di forbici correttamente e tengono il foglio con l’altra mano, controllando la carta mentre tagliano. Se hanno 5 anni e stanno tenendo le forbici in modo errato, dimostrano la presa corretta e aiutano a correggerla quando necessario. Le attività di taglio includono:

  • Tagliare la carta senza linee – tagliando liberamente
  • Tagliare lungo le linee – ad es. linee rette, linee ondulate
  • Ritagliare forme – per esempio quadrati, triangoli, cerchi
  • Ritagliare immagini lungo le linee

2. Strappo

Lo strappo è un’attività eccellente per lo sviluppo dei muscoli delle dita. All’inizio i pezzi saranno grandi e casuali ma, alla fine, il bambino avrà il controllo per strappare piccoli pezzi di pezzi nelle dimensioni che vogliono.

attivita-manuali-5

Lascia che il tuo bambino o bambino in età prescolare (anche il tuo bambino) strappi liberamente e abituati a controllarlo con le dita.
Crea un collage con carta colorata o riviste e pezzi di carta lacrima da incollare sull’immagine.
Crea diversi confetti colorati strappando piccoli fogli e separandoli in base al colore.
Strappa materiali diversi: giornali, carta, carta da riviste, cartone, carta velina, ecc.

3. Playdò

Playdò era il mio passatempo preferito in classe. Non solo il playdò rinforza le dita e sviluppa il controllo motorio, ma stimola anche la creatività e le capacità di pensiero.

Concedi un sacco di tempo per giocare liberamente con la plastilina, senza fretta.
Altre volte, fornire formine per biscotti, coltelli, ecc.
Incoraggia il tuo bambino a trovare i propri oggetti da usare con la plastilina (che non fa parte di un set), come le tazze della cucina.
Usa i giocattoli per andare avanti con le loro creazioni a forma di gioco (come i dinosauri nella loro montagna di playdò) e incoraggiare qualche gioco di fantasia allo stesso tempo. La prossima volta possono anche far uscire il dinosauro dal playdough.

4. Incollare

I bambini hanno bisogno di tempo per imparare come applicare la giusta quantità di colla a qualcosa (sia liquido che a bastoncino), come incollarlo esattamente dove vogliono, incollare è dritto ecc. Incollare può essere fatto in vari modi:

Usa la colla liquida (soprattutto per i bambini più piccoli) e lascia che ci mettano le dita dentro! Molti bambini fanno fatica a sporcarsi le mani nella sabbiera o con colla e vernice. Esponile presto
Incolla le lacerazioni o ritagli di carta casuali con colla artigianale, colla per legno ecc.
Costruisci con carta e scatole e usa la colla per legno. Incoraggiali a persistere quando cercano di mettere insieme qualcosa. Estrarre rotoli di nastro e farli sperimentare con taping insieme.

5. Disegno

I bambini dovrebbero disegnare ogni giorno senza fallo. Vogliono disegnare e creare per natura. Utilizzare l’opportunità di introdurre mezzi diversi, come ad esempio:

  • Disegnare con pastelli di diverse dimensioni e spessori
  • Disegnare con pastelli, matite colorate, matite a led, penne, pennarelli e evidenziatori.
  • Disegnare su una tavola con il gesso o sul marciapiede esterno con il gesso (usa gesso grosso e gesso sottile).
  • Usa qualsiasi altro mezzo a cui riesci a pensare. Fai abituare il bambino a tenere utensili di diverse dimensioni e forme e imparare a controllarli.

Mentre potrebbe essere allettante comprare il tuo bambino colorando libri e lasciandoli colorare in foto pre-disegnate, questo è un killer assoluto di creatività !! La carta bianca stimolerà il disegno creativo, una colorazione nella pagina non farà nulla!

attivita-manuali-2

6. Pittura

La pittura è un altra attività amata dai bambini. Più è varia l’attività, meglio è! Esistono molti modi diversi per dipingere:

Dipingi su carta con pennelli di diversi spessori e dimensioni
Prova a creare modelli e impronte con vernici a dita.
Dipingi con foglie, ramoscelli o altri materiali naturali.
Aggiungi il liquido per i piatti alla vernice e soffia bolle, quindi cattura le bolle sulla carta.
Usa diversi tipi di vernice – ad es. colori ad acqua e vernice a base di olio.

7. Threading – Infilatura

L’infilatura è un’attività eccellente per sviluppare abilità motorie. Molti fanno davvero fatica a farlo, è una priorità insegnare ai bambini a fare collanine di vario tipo.

Inizia con grandi perline o anche pasta e infila una collana semplice.
Con il passare del tempo, passare a piccole perle che richiedono molta concentrazione e sforzo per infilare.

8. Costruzione

La costruzione è una grande attività per lo sviluppo sia del controllo grossolano che motorio. Questo può includere la costruzione di blocchi come lego o costruzione con scatole e prodotti di scarto.

attivita-manuali-3

Mentre i pacchetti di costruzione acquistati in negozio sono ottimi (ad esempio un kit per la costruzione di un aereo), sono assolutamente inutili. Avere un grande cesto in casa – come probabilmente il bambino ha a scuola – e riempirlo con rotoli di carta igienica, scatole, carta e altri materiali di scarto utili. Guarderai il tuo bambino che si scervella per cercare di far sì che l’ala rimanga o l’edificio non collassi e impareranno a risolvere problemi che non incontreranno nei pacchetti già pronti.
Sono disponibili tutti i tipi di blocchi per costruzioni, in diverse dimensioni. Man mano che i blocchi diventano più piccoli, il tuo bambino farà sempre più affidamento sul controllo motorio per manipolarli.

9. Puzzle

I puzzle sono grandiosi in quanto li sviluppo sviluppa capacità cognitive e abilità motorie.

Inizia con grandi puzzle di legno…andando avanti, riconosci il livello giusto dal puzzle che tuo figlio ama e può fare, con minima difficoltà. Se lasciano il puzzle e rinunciano subito, probabilmente il gioco proposto è troppo avanzato.
Man mano che il tuo bambino matura, passa a puzzle con pezzi più piccoli e numerosi. Questi richiedono un gran controllo delle attività  motorie, per unirli e abbinarli, con una grande e positivo sforzo dei vostri piccoli!

10. Pegboard

I pegboard sono fantastici perché i pezzi sono piccoli e il bambino deve imparare a tenerli correttamente, per il verso giusto, e inserirli con cura nei fori.

attivita-manuali-4

Inizia con le schede peg che sono più grandi e passa a quelle più piccole in seguito.
Permetti al tuo bambino di fissare i chiodini a caso fino a quando non sono pronti a creare modelli o immagini (liberamente).
Introduci con gradualità modelli che tuo figlio possa seguire per ricreare un motivo prestabilito.

Ricerca sempre un’attività che possa davvero stimolare la creatività, la capacità di risoluzione dei problemi, le abilità fini e grossolane!
Dimentica l’iPad, la TV e le app online … queste attività di base per lo sviluppo di abilità tra i 3 e i 6 anni manterranno i tuoi bambini occupati per ore e impareranno così tanto!

L’abitudine al gioco libero

Anche se ho sempre pensato che il gioco libero fosse un toccasana per i bambini,  – un momento non strutturato, insomma, in cui non ci sia qualcosa di preciso da fare –

all’improvviso mi sono accorta che, se non c’è abitudine al gioco libero, lasciare i bambini senza impegni non è poi così fruttuoso.

 

gioco libero

Fino a pochi mesi fa, come avevo anche già scritto qui, credevo che l’idea fosse valida per bambini di tutte le età.

Quindi che un bambino, lasciato solo con pochi oggetti, possa essere stimolato a crearsi un gioco originale, una situazione immaginaria o anche ad annoiarsi un poco e abituarsi che ne so, a fantasticare, a osservare meglio quello che ha intorno, e cose del genere.

Invece mi sono resa conto che quando il bambino è scolarizzato, quindi abituato ad avere orari precisi con attività precise, scadenze, compiti, test di verifica, la campanella che suona e quant’altro, poi fa fatica a passare le prime giornate libere di vacanza.

Non sa esattamente cos’è che deve fare. Si chiede continuamente che ore siano, non riesce a rilassarsi. Vuole fare i compiti delle vacanze così rivive lo schema scolastico: siediti, prendi le penne, leggi, scrivi, completa, colora. Poi non sa se vuole uscire o stare in casa, si lamenta più o meno di tutto e assume un atteggiamento capriccioso.

Ho pensato che fosse l’impatto con le vacanze, così ho lasciato passare qualche giorno, e ho anche pensato che magari con gli amici sarebbe stato più semplice. Invitiamo gli amici.

Peggio che peggio. Erano in 3 ad essere lamentosi e perplessi. Me li sono ritrovati intorno che mi dicevano di quanto fosse meglio andare a scuola e avere qualcosa da fare. Fate un disegno, guardate un film, fate un lego.

Siamo stufi di disegnare, guardare la tv e fare i lego.

Inventatevi un gioco.

Inventare un gioco come? Ci aiuti?

Come si inventa un gioco?

Bè, a quel punto, ho capito. Anche per giocare all’aperto, in casa o in giardino, ci vuole allenamento. Non ci pensi neanche, ad arrampicarti sull’albero o a costruire una casa di stracci.

Non immagini che puoi prendere un secchio, riempirlo d’acqua, e fare a gara a chi riesce a riempire per primo una bottiglia. Il nascondino non sa di nulla, se non sei abituato ad avere un posto enorme in cui correre a perdifiato per un minuto intero per fare tana.

Forse i parchetti sono troppo piccoli, si passa troppo tempo al chiuso e i bambini, una volta lasciati da soli, si divertono solo se sono al mare o in un altro posto che offra davvero qualcosa di speciale, come la possibilità di tuffarsi, nuotare, fare scivoli e cose del genere.

Un normale giardino di casa, o un salotto con qualche gioco, sono diventati uno sfondo troppo statico e poco stimolante: ma com’è possibile?

Non lo so, fatto sta che anche l’arte di giocare arrangiandosi, va allenata: proprio come la memoria per le tabelline, come i muscoli per saltare e la manualità per colorare dentro i bordi.

Portiamo regolarmente i nostri figli ad annoiarsi da qualche parte: il loro muscolo della creatività va allenato, e se offriamo sempre attività preconfezionate, finirà che crederanno di non poter giocare bene, senza un obiettivo preciso, o senza una struttura ricettiva o il mare. Alleniamo i nostri figli, regolarmente, segnamocelo sul calendario: dalle 16 alle 18 – stanza semivuota , giardino senza altalena, o altri luoghi apparentemente piatti…

A forza di farlo, mi auguro che prima o poi avranno quel sano desiderio che arrivi l’ora del “fai quello che vuoi” e che permetterà loro di inventarsi qualsiasi cavolata, che però sarà completamente frutto dell’istintiva propensione al gioco – che nessuno dovrebbe dimenticarsi di lasciare crescere selvaggiamente.