Madri, figli, merletti e rock’n’roll

Non so perché, sulle riviste e in tv, quando viene inserita un’immagine di una mamma, c’è sempre una figura di donna molto molto precisa: la mamma standard.

cuori

Certo, per far sentire rappresentate un po’ tutte, il pubblicitario sceglie una mamma nè troppo appariscente, nè troppo sciatta, nè troppo truccata, nè troppo alla moda…insomma alla fine sceglie una mamma troppo niente.

Ha sempre i capelli in ordine e puliti ( e si vede che sono anche profumati), i vestiti color pastello, possibilmente mocassini o ballerine, poco trucco effetto nudo curato.

Ed è sempre magra, ma mai magra tonica o magra atletica o magra smunta: sempre una magra normale. In rari casi di pubblicità di detersivi o di vitamine ricostituenti, la pubblicità si azzarda a mostrare la sporcizia in casa o i capelli fuori posto di una mamma. Ma la casa è sporca solo dove è passato il cane: altrove pare a posto.

Lo stesso del suo aspetto: sempre luminoso ma mai più di tanto.

Ora, al di là del magro, che ormai s’è capito, è un’esigenza comunicativa (come avevamo visto qui), mi chiedo, ma perché una mamma non è mai, che ne so, tatuata? O con gli stivali neri? O con gli orecchini pendenti?

O con tanti bracciali? O con i capelli corti e gellati? O con un po’ di eye-liner?

Forse sono immagini troppo forti, e va bene, visto che si parla di bambini o neonati, si scelgono ambientazione e tema più soft.

Ma allora, perché non si vede mai una mamma classica, di quelle che amano i mobili antichi, le tazze da tè e i merletti? Non si vede neanche quello.

Questa mamma niente è la speranza dei pubblicitari. Secondo loro la mamma vede la sua immagine (distorta) riflessa in tv e sa che per diventare così, oppure per restarci, deve comprare quella roba e tutto andrà bene. Aiuto.

Io questa mamma niente vera, dal vivo, non l’ho mai vista. Non esiste. Non c’è da nessuna parte. Ogni mamma è fortemente mamma a suo modo.

Ci sono mamme merletto, mamme rock, mamme coi capelli eccessivi e colorati, mamme col taglio da uomo, ognuna ha la sua particolarità. Ci sono anche mamme che si vestono di fretta però hanno sempre il tacco, o mamme sempre in tuta però con la messa in piega. Tatuaggio, mobili antichi, musica classica, chitarra elettrica, un centrino fatto all’uncinetto, perfino birra. Ce ne sarebbero tanti di accessori giusti in casa di una mamma, ma si vedono solo e sempre sti tristi flaconi di detersivo salva-vita.

La varietà mammesca è un mondo affascinante, e se qualcuno si accorgesse di quanto è frustante per una donna vedere quell’immagine di mezza calzetta beige in tv, che non ha nè i tacchi nè le ciabatte, forse i messaggi sarebbero diversi e, secondo me, pure il successo di tali messaggi-

A me personalmente piacerebbe vedere una mamma un po’ rock’n’roll ogni tanto, quella è proprio la più difficile da pescare.

Una un po’ incline alla caciara e all’impianto hi-fi di alto livello. Che ascolta(va) i Pink Floyd o gli ACDC prima di passare al gingle di Peppa. C’è c’è, da qualche parte la troverete, tra una nessuna e centomila mamme. Quel vago pezzetto di rock pulsa ancora ogni tanto, spero, da qualche parte. Così come pulsano tanti altri generi di mamme. Ce ne sono davvero centomila, e ognuna a me appare centomila volte meglio della mamma niente della tv.

stormoms

 

Questo post partecipa al progetto Stormoms sul tema di settembre: Una, nessuna, centomila mamme

 

Condividi su altri luoghi del web:

10 thoughts on “Madri, figli, merletti e rock’n’roll

  1. Pensa che all’estero la tendenza si è invertita e ora vanno di moda le pessime madri, che sono diventate il modello di alcune pubblicità! Se ti interessa ho appena scritto un post sul mio blog!

    1. Ah sì? Certo anche sul web italiano impazza l’elogio della madre imperfetta, sinceramente pure in maniera un po’ ripetitiva…Ma sulla Tv c’è ancora la zavorra degli anni 80! Grazie, andrò a leggere! 🙂

    1. Ah ah sì…diciamo,che mi ci riconoscerei molto di più ma non credo che andrei a comprare di corsa la candeggina! Grazie per avermi letto! 🙂

  2. Ahaha la Mamma niente mi ha fatto morire dal ridere. Hai perfettamente ragione, le mamme che mostrano non sono le mamme vere, né troppo né niente. Grazie per aver partecipato all’uragano StorMoms, a presto.
    Francesca.

Comments are closed.