Archivi categoria: IdeeShopping

Creare account Android ai bambini: come avviene il controllo con Family Link?

Dopo aver spiegato a cosa serve Family Link, vediamo i dettagli delle opzioni che permettono di controllare le attività dei figli.

I controlli principali sui quali i genitori hanno potere decisionale sono 3, cioè possono:

  • Sapere quanto tempo passa il minore su ogni singola applicazione
  • Possibilità di stabilire a priori a che ora il telefono si blocca/sblocca
  • Sapere il tempo cumulativo che il minore ha passato sullo smartphone nella giornata

Il controllo Family Link sulle singole applicazioni

La schermata di sintesi permette di vedere il tempo speso su ogni singola App mediante un grafico a nastro: ovviamente, il genitore può escludere a priori determinate App o permettere solo quelle classificate con Codice Pegi adatto all’età. Cos’è il codice Pegi?

Il Pan European Game Information (PEGI) è il metodo di classificazione valido su quasi tutto il territorio europeo usato per classificare i videogiochi attraverso cinque categorie di età e otto descrizioni di contenuto. Ha sostituito altre classificazioni come l’ELSPA dall’aprile 2003.


controllo pegi minori

(Fonte testo e immagine : https://it.wikipedia.org/wiki/Pan_European_Game_Information )

Quindi, stabilito l’accesso ad alcune o a qualsiasi app (spero che non venga lasciato tutto aperto, altrimenti non ha neanche molto senso controllare un minore di 13 anni…), il genitore può supervisionare il tempo speso in giornata su ognuna.

Orari di utilizzo: limite giornaliero e ora di andare a dormire

Il genitore può gestire dal suo smartphone:

sia gli orari fissi (ora serale di blocco, ora di sblocco durante la giornata), programmabili per i 7 giorni della settimana

sia l’orario cumulativo (esempio max due ore, dopodiché, il telefono si blocca) , anche questo programmabile per giorni

Ovviamente si può anche utilizzare una combinazione di entrambi: esempio, il telefono è attivo dalle 12 alle 18 ed è utilizzabile al max per 2 ore.

L’utilizzo del tempo premio

A pochi minuti dal blocco , il ragazzo riceve un avviso o una notifica dello scadere del suo tempo massimo e dell’avvicinarsi dell’ora dello spegnimento; spesso capita che stia facendo qualcosa di specifico e che chieda di poter avere altri 5 o 10 minuti: Family Link ha previsto anche questa opzione, si chiama Tempo Premio.

Il tempo Premio consiste nel poter aggiungere minuti di attività rispetto a ciò che è programmato, cioè il genitore con un semplice clic può aggiungere 5,10, 20, 30, 60 minuti.

Ho utilizzato diverse volte questa funzione, ma devo dire che la dicitura “tempo premio” non mi piace per niente, non può essere un premio l’utilizzo del cellulare!
Ogni genitore sa come e perché utilizza Family Link, di certo respingerlo a priori per il mio punto di vista è sbagliato, perché a 9 o 10 anni i bambini non possono essere lasciati soli con un cellulare da adulti.
Ma usare Family link come ricatto morale o premio sarebbe davvero assurdo!
Ricordiamoci sempre di farne un uso sano e di ricordarci sempre che coi figli ci dobbiamo parlare e soprattutto li dobbiamo ascoltare…a orecchie ben aperte!

Gioco carte Piratak: ecco una recensione !

Il gioco di carte Piratak è un gioco molto indicato come passatempo di famiglia, simpatico e divertente.

Include 55 carte incluse 24 “barche”, 20 “monete d’oro”, 8 “pirati”, 3 “cannoni” e regole di gioco in diverse lingue.
Il gioco si basa su un semplice principio di raccolta di carte, e si può sviluppare con diverse strategie.
Le carte principali, le “barca”, sono sei per ogni colore: rosso, blu, verde o giallo, e lo scopo del gioco è ricostruire la barca del proprio colore..

Fascia d’età consigliata: dai 5 anni

  • Numero di giocatori: da 2 a 4 giocatori
  • Durata di una partita: da 10 a 20 minuti
  • Prezzo medio: 8,50 €gioco carte piratak

Spiegazione sommaria:

il primo giocatore ad assemblare i sei pezzi dello stesso colore di una barca vince la partita.
Per fare questo le carte vengono mischiate e poste al centro del tavolo. I giocatori giocano a turno, pescando quante carte desiderano…finchè non trovano un pirata! Sì, è un principio un po’ nuovo per un gioco di carte, ma ci si abitua!
Ecco le diverse possibilità che si presentano quando si pesca dal mazzo del gioco carte Piratak:

  1. Ci imbattiamo in pezzi di barca che possiamo raccogliere allo scopo di costruire o di vendere i pezzi
  2. Troviamo monete d’oro che possiamo raccogliere per comprare un pezzo utile di barca da un amico o per acquistarne di altri colori liberarcene quando incontriamo un pirata
  3. Ci imbattiamo in un cannone che ci assicura la difesa senza perdite se incontriamo un pirata
  4. Ci imbattiamo in un pirata, e se non abbiamo un cannone dobbiamo mettere al centro, nel mazzo, tre delle nostre carte a scelta: una perdita da scongiurare!

Ci sono molti modi per posizionarsi come vincenti, ma, a livello strategico, non c’è un modo giusto o sbagliato di giocare. Ognuno può provare a essere attento o spericolato, attaccare o difendere … Come gioco carte, Piratak permette anche ai piccoli di fare i loro primi articolati ragionamenti di convenienza!

gioco carte piratak

Facilità di comprensione:

Il fattore fortuna a volte fa sì che un giocatore, indipendentemente dalla sua strategia, non riesca per tutto il tempo a racimolare carte utili, e questo può essere molto scoraggiante per un bimbo piccolo. Possiamo aiutare i più piccoli contando man mano le carte dei pirati che vengono scoperte, per aiutarli a capire quando è il momento opportuno per giocare!

Durata del gioco:

Il gioco carte Piratak ha una buona durata, le carte sono solide e dai colori vivaci. La scatola è graziosa e resistente, e si adatta sia per la conservazione del gioco ma anche per il suo trasporto.
È un gioco che non occupa spazio e può essere facilmente portato in giro.

Un grande vantaggio, il prezzo. Le carte da gioco di questo genere rappresentano un classico, divertono tutta la famiglia  e non costano molto!
Sono ideali anche quando vi occorre una simpatica idea per fare un regalo!!

Una lista di idee regalo “non-giocattolo” per bambini!

Vi servono idee regalo? I più piccoli non sempre hanno bisogno di giocattoli per divertirsi.

Come avrete visto già, giocano e imparano con tutto ciò che li circonda. Bastoncini, sassi, utensili da cucina, e qualsiasi oggetto inanimato…

Avere pochissimi giocattoli significa che la loro immaginazione ha più spazio per lavorare, possono immaginare con qualsiasi cosa! Questa è una buona cosa e dobbiamo continuare a incoraggiarli a giocare, imparare e immaginare con elementi che non fanno già “tutto-da-soli” al posto del bambino.

Idee regalo…che non sono giocattoli

Lezioni e lezioni

Le lezioni di nuoto, la danza, la ginnastica sono tutte idee grandiose e vanno a beneficio dei più piccoli.

Visite e ingressi

I musei per bambini, lo zoo, le palestre  sono tutti meravigliosi.

Puzzle

Sono sempre stato sorpreso dal modo in cui i più piccoli capiscono i puzzle e li apprezzano davvero. Ecco alcuni suggerimenti: quelli in legno, quelli magnetici.

Libri

Non è mai troppo presto per i libri. Sapevi che leggere ai bambini e con i bambini cambia il modo in cui i loro cervelli si sviluppano?

Album di foto

I piccoli amano guardare le foto dei membri della famiglia e di sé stessi facendo cose o in posti speciali. In molti siti di foto online, puoi creare un fotolibro di tutte le persone speciali e le cose speciali che il bambino ha fatto.

Irrigatori da giardino

Il divertimento alla vecchia maniera! Esistono tanti tipi di irrigatori, i migliori sono quelli oscillanti vecchio stile, che permettono ai bambini di correre attraverso il “tunnel”.

Mangiatoia per uccelli e semi

Avere una mangiatoia per uccelli è molto divertente per i bambini, qualcosa da osservare attentamente e che li aiuta a comprendere la fauna selvatica. Con questo genere di idee regalo puoi anche incoraggiarli a riconoscere le specie di uccelli e sviluppare un interesse per tutta la vita!

Cornice per i loro prodotti artistici

Mostrare le opere d’arte dei nostri bambini è importante e anche molto divertente. Ma il frigo tende a farsi riempire ei genitori a volte si sentono in colpa per aver buttato via qualcosa. Un mobile d’arte appeso al muro e consente di cambiare le immagini quando viene creato un nuovo capolavoro.

Set di asciugamani

È così divertente per i più piccoli avere il proprio asciugamano e salviette. Ho codificato a colori tutti i nostri asciugamani, rende facile per i bambini sapere quale asciugamano è loro e riduce anche la diffusione dei germi se si insegna loro a asciugarsi sempre le mani sul proprio asciugamano.

Musica

I bambini amano la musica! Una compilation da ascoltare in auto o a casa, magari con lo Zecchino d’oro di tempi recenti, o anche quelle classiche dei tempi più andati!

Sacco a pelo

Avere il proprio sacco a pelo può rendere i più piccoli piuttosto eccitati per i pigiama party, i viaggi o le notti in famiglia. I miei sono così entusiasti di loro quando visitiamo una famiglia lontana, vogliono andare a letto non appena arriviamo, il che è fantastico, a meno che non sia ancora l’ora di cena…

Stivali

Gli stivali da neve o gli stivali di gomma sono particolarmente utili, e graditissimi ai bambini. Per il piccolo cowboy o cowgirl, avere uno speciale paio di stivali , magari per saltare nelle pozzanghere, è super emozionante!

Donazioni

I bambini capiscono molto di più di quanto riusciamo a immaginare. In generale, si mostrano molto premurosi verso gli altri. Se spieghi loro che alcune persone non hanno cibo da mangiare, o un bel posto dove dormire o che i bambini devono lavorare anziché giocare, possono comprendere e voler dare il loro aiuto. Ci sono tante associazioni che permettono di inviare denaro, ma anche doni o messaggi: troverete sicuramente delle ottime idee regalo!

Attività manuali ideali per bambini in età prescolare

Attività manuali in tenerissima età: se tuo figlio è un bambino in età prescolare probabilmente già sai che lo sviluppo di abilità motorie di base è importantissima.

Attività motorie per bambini in età prescolare

I bambini hanno bisogno di buone capacità motorie per poter svolgere semplici compiti quotidiani come vestirsi, mangiare, allacciarsi i lacci delle scarpe ecc. A scuola, devono essere in grado di tagliare, incollare, disegnare e di avere il controllo appropriato delle mani per scrivere .

I primi anni di vita sono il periodo in cui queste abilità devono essere completamente sviluppate.

Mentre ci sono infinite idee di attività su Pinterest e Google per attività di motore estremamente creative, ho pensato che avrei semplificato le cose condividendo 10 delle cose più elementari che puoi lasciare fare a tuo figlio.

Ecco 10 attività di base che i tuoi bambini dovrebbero svolgere quasi quotidianamente per garantire che sviluppino le loro abilità motorie. Ho anche suggerito diversi modi per fare ogni attività. Ricorda: più l’attività è libera, migliore sarà per lo sviluppo e la creatività del tuo bambino.
Non è necessario preparare tutte queste attività o renderle elaborate o complicate.

Più semplice è, meglio sarà.

1. Taglio

Il taglio è un’abilità importante che dovrebbe essere praticata regolarmente. Con il tempo i bambini imparano a tenere un paio di forbici correttamente e tengono il foglio con l’altra mano, controllando la carta mentre tagliano. Se hanno 5 anni e stanno tenendo le forbici in modo errato, dimostrano la presa corretta e aiutano a correggerla quando necessario. Le attività di taglio includono:

  • Tagliare la carta senza linee – tagliando liberamente
  • Tagliare lungo le linee – ad es. linee rette, linee ondulate
  • Ritagliare forme – per esempio quadrati, triangoli, cerchi
  • Ritagliare immagini lungo le linee

2. Strappo

Lo strappo è un’attività eccellente per lo sviluppo dei muscoli delle dita. All’inizio i pezzi saranno grandi e casuali ma, alla fine, il bambino avrà il controllo per strappare piccoli pezzi di pezzi nelle dimensioni che vogliono.

attivita-manuali-5

Lascia che il tuo bambino o bambino in età prescolare (anche il tuo bambino) strappi liberamente e abituati a controllarlo con le dita.
Crea un collage con carta colorata o riviste e pezzi di carta lacrima da incollare sull’immagine.
Crea diversi confetti colorati strappando piccoli fogli e separandoli in base al colore.
Strappa materiali diversi: giornali, carta, carta da riviste, cartone, carta velina, ecc.

3. Playdò

Playdò era il mio passatempo preferito in classe. Non solo il playdò rinforza le dita e sviluppa il controllo motorio, ma stimola anche la creatività e le capacità di pensiero.

Concedi un sacco di tempo per giocare liberamente con la plastilina, senza fretta.
Altre volte, fornire formine per biscotti, coltelli, ecc.
Incoraggia il tuo bambino a trovare i propri oggetti da usare con la plastilina (che non fa parte di un set), come le tazze della cucina.
Usa i giocattoli per andare avanti con le loro creazioni a forma di gioco (come i dinosauri nella loro montagna di playdò) e incoraggiare qualche gioco di fantasia allo stesso tempo. La prossima volta possono anche far uscire il dinosauro dal playdough.

4. Incollare

I bambini hanno bisogno di tempo per imparare come applicare la giusta quantità di colla a qualcosa (sia liquido che a bastoncino), come incollarlo esattamente dove vogliono, incollare è dritto ecc. Incollare può essere fatto in vari modi:

Usa la colla liquida (soprattutto per i bambini più piccoli) e lascia che ci mettano le dita dentro! Molti bambini fanno fatica a sporcarsi le mani nella sabbiera o con colla e vernice. Esponile presto
Incolla le lacerazioni o ritagli di carta casuali con colla artigianale, colla per legno ecc.
Costruisci con carta e scatole e usa la colla per legno. Incoraggiali a persistere quando cercano di mettere insieme qualcosa. Estrarre rotoli di nastro e farli sperimentare con taping insieme.

5. Disegno

I bambini dovrebbero disegnare ogni giorno senza fallo. Vogliono disegnare e creare per natura. Utilizzare l’opportunità di introdurre mezzi diversi, come ad esempio:

  • Disegnare con pastelli di diverse dimensioni e spessori
  • Disegnare con pastelli, matite colorate, matite a led, penne, pennarelli e evidenziatori.
  • Disegnare su una tavola con il gesso o sul marciapiede esterno con il gesso (usa gesso grosso e gesso sottile).
  • Usa qualsiasi altro mezzo a cui riesci a pensare. Fai abituare il bambino a tenere utensili di diverse dimensioni e forme e imparare a controllarli.

Mentre potrebbe essere allettante comprare il tuo bambino colorando libri e lasciandoli colorare in foto pre-disegnate, questo è un killer assoluto di creatività !! La carta bianca stimolerà il disegno creativo, una colorazione nella pagina non farà nulla!

attivita-manuali-2

6. Pittura

La pittura è un altra attività amata dai bambini. Più è varia l’attività, meglio è! Esistono molti modi diversi per dipingere:

Dipingi su carta con pennelli di diversi spessori e dimensioni
Prova a creare modelli e impronte con vernici a dita.
Dipingi con foglie, ramoscelli o altri materiali naturali.
Aggiungi il liquido per i piatti alla vernice e soffia bolle, quindi cattura le bolle sulla carta.
Usa diversi tipi di vernice – ad es. colori ad acqua e vernice a base di olio.

7. Threading – Infilatura

L’infilatura è un’attività eccellente per sviluppare abilità motorie. Molti fanno davvero fatica a farlo, è una priorità insegnare ai bambini a fare collanine di vario tipo.

Inizia con grandi perline o anche pasta e infila una collana semplice.
Con il passare del tempo, passare a piccole perle che richiedono molta concentrazione e sforzo per infilare.

8. Costruzione

La costruzione è una grande attività per lo sviluppo sia del controllo grossolano che motorio. Questo può includere la costruzione di blocchi come lego o costruzione con scatole e prodotti di scarto.

attivita-manuali-3

Mentre i pacchetti di costruzione acquistati in negozio sono ottimi (ad esempio un kit per la costruzione di un aereo), sono assolutamente inutili. Avere un grande cesto in casa – come probabilmente il bambino ha a scuola – e riempirlo con rotoli di carta igienica, scatole, carta e altri materiali di scarto utili. Guarderai il tuo bambino che si scervella per cercare di far sì che l’ala rimanga o l’edificio non collassi e impareranno a risolvere problemi che non incontreranno nei pacchetti già pronti.
Sono disponibili tutti i tipi di blocchi per costruzioni, in diverse dimensioni. Man mano che i blocchi diventano più piccoli, il tuo bambino farà sempre più affidamento sul controllo motorio per manipolarli.

9. Puzzle

I puzzle sono grandiosi in quanto li sviluppo sviluppa capacità cognitive e abilità motorie.

Inizia con grandi puzzle di legno…andando avanti, riconosci il livello giusto dal puzzle che tuo figlio ama e può fare, con minima difficoltà. Se lasciano il puzzle e rinunciano subito, probabilmente il gioco proposto è troppo avanzato.
Man mano che il tuo bambino matura, passa a puzzle con pezzi più piccoli e numerosi. Questi richiedono un gran controllo delle attività  motorie, per unirli e abbinarli, con una grande e positivo sforzo dei vostri piccoli!

10. Pegboard

I pegboard sono fantastici perché i pezzi sono piccoli e il bambino deve imparare a tenerli correttamente, per il verso giusto, e inserirli con cura nei fori.

attivita-manuali-4

Inizia con le schede peg che sono più grandi e passa a quelle più piccole in seguito.
Permetti al tuo bambino di fissare i chiodini a caso fino a quando non sono pronti a creare modelli o immagini (liberamente).
Introduci con gradualità modelli che tuo figlio possa seguire per ricreare un motivo prestabilito.

Ricerca sempre un’attività che possa davvero stimolare la creatività, la capacità di risoluzione dei problemi, le abilità fini e grossolane!
Dimentica l’iPad, la TV e le app online … queste attività di base per lo sviluppo di abilità tra i 3 e i 6 anni manterranno i tuoi bambini occupati per ore e impareranno così tanto!

Regalo per la prima comunione: cosa scegliere?

Individuare il regalo giusto per un’occasione speciale quale la Prima Comunione non è impresa semplicissima. Se le idee scarseggiano rischiamo di incappare nell’errore di affidarci agli acquisti dell’ultimo minuto, che potrebbero poi risultare poco azzeccati.

Il giorno della Comunione è una tappa che resta indelebile nella memoria, sia per il suo significato sacro, sia come parentesi di gioia e di festa. I bambini vivono una cerimonia che segna un momento cruciale del proprio percorso di fede, ma al tempo stesso si aspettano di ricevere doni come se fosse il giorno del loro compleanno.

Che si tratti di un bambino o di una bambina, la scelta del regalo di Comunione adatto deve rappresentare il risultato di un perfetto mix di pazienza e originalità.

regalo-comunione

Idee regalo per la Prima Comunione

Si sta avvicinando la Prima Comunione di vostro figlio/a o di un vostro nipote? Un’amica vi ha invitato alla Prima Comunione del suo bambino e non sapete proprio cosa regalargli?

Se non siete a conoscenza dei desideri del festeggiato o della festeggiata, ecco una guida pratica, con alcune valide proposte regalo.

Scegliere cosa regalare a un maschietto…
Quando si sceglie un dono per la Prima Comunione è necessario tener conto della diversità di esigenze e gusti che caratterizza i maschietti e le femminucce. Nel caso di un bambino, alcune ottime proposte regalo potrebbero essere:

  • dispositivi tecnologici:i più gettonati sono chiaramente gli smartphone, i tablet, i lettori mp3 e i pc portatili
  • lezioni di nuoto, calcio o di altre discipline sportive
  • libri, dizionari, atlanti ed enciclopedie
  • orologi o smartwatch
  • bracciali in oro e gemelli da polsino
  • uno zaino per la scuola
  • abbigliamento tecnico per le attività sportive

…e per le bambine!

Se invece cercate un regalo adatto a una bambina, la scelta è oltremodo ampia e altre idee potrebbero essere:

  • bracciali con ciondoli personalizzabili (tipo Kidult o Pandora)
  • orecchini e ciondoli per collane
  • lezioni di danza, canto, pittura o altro
  • sneakers da personalizzare, per le bimbe più modaiole
  • capi di abbigliamento
  • accessori per i capelli
  • accessori hi-tech di tendenza (ad esempio auricolari con strass, a forma di fiore o cuore)
  • kit per creare gioielli, ideali per le bambine che amano dilettarsi con il fai da te
  • orologi colorati
  • cd musicali (preferibili quelli del cantante o della cantante preferita della bambina)
  • biglietto per un concerto
  • set per il make up, ideali per le bambine che amano divertirsi con il trucco
  • un ritratto a olio originale da conservare, un’opera d’arte realizzata ad hoc!

Temete che il festeggiato o la festeggiata, possa già possedere l’oggetto che avete in mente di acquistare e vi state facendo tentare dall’idea di regalare la classica busta con biglietto di auguri e denaro contante, ma avete paura che possa non comprenderne il significato?

Ecco, qui di seguito, una serie di alternative originali, per non sbagliare.

  • buoni acquisto: questi ultimi consentirebbero al bambino (o alla bambina) di acquistare i libri, i giochi, gli articoli sportivi e di abbigliamento che preferisce, presso il punto vendita che ha rilasciato il buono
  • abbonamento a una rivista: ovviamente una specifica per giovani
  • ingresso a un museo, zoo o parco divertimenti: sarebbe opportuno, in questo caso, prevedere un secondo biglietto per un accompagnatore.

Se invece volte puntare su un regalo che rievochi la sacralità dell’evento, ecco una serie di proposte a tema:

  • angioletto soprammobile: simbolo dell’angelo custode che veglia sul bambino anche nel giorno importante della Prima Comunione. La statuetta è acquistabile anche on line.
  • e-book: la tecnologia è in grado di suscitare nei bambini il desiderio di leggere. Quale miglior dono, allora, di un e-book reader? Trattandosi di un regalo per la Prima Comunione, magari si possono caricare, preventivamente, nella memoria dell’e-book, la Bibbia o i Vangeli.
  • bibbia dei ragazzi: si tratta di un’edizione del testo sacro, studiata appositamente per i bambini di età compresa fra gli 8 e i 12 anni e arricchita da illustrazioni. È un regalo ideale per l’occasione.
  • scatola degli eroi: quest’ultima non contiene i classici soldatini di piombo, bensì statuette di un’altra tipologia di eroi, ovvero i Santi. Esempi sono San Pio da Pietrelcina, San Francesco di Assisi e così via.
  • braccialetto con l’incisione di una preghiera: si tratta di un dono semplice e classico, di un braccialetto che riporta le parole delle preghiere più conosciute (ad esempio il Padre Nostro).
  • benedizione Apostolica del Papa: è una pergamena che attesta la benedizione di Papa Francesco, per il sacramento ricevuto. La si può richiedere interfacciandosi con l’ Elemosineria apostolica del Vaticano.
  • adozione di un delfino o di un altro animale:con la modica cifra di 40 euro, è possibile adottare un delfino in pericolo e ricevere, successivamente, un poster, un libro, una maglietta e la scheda di adozione da donare al festeggiato/a. Un regalo educativo e solidale, che avvicina il bambino al confronto con temi delicati.
  • angioletto USB: nell’era del digitale, non si può fare a meno di una chiavetta USB. È questo, allora, un dono appropriato e in tema con la circostanza.
  • macchina fotografica: utile per catturare gli istanti più belli della vita.
  • portafoto: la foto più significativa del giorno della Prima Comunione ha bisogno di una cornice che la renda ancora più preziosa. L’ideale è una cornice in argento, con la raffigurazione del calice e dell’ostia.
  • album fotografico: utile per conservare gli scatti più emozionanti della celebrazione e della festa. Magari, durante il banchetto, amici e parenti del festeggiato potrebbero compilarlo con simpatici e affettuosi pensieri.
  • penna: anche questo un dono classico. In passato, si regalavano penne stilografiche con l’incisione delle iniziali. Ad oggi, si trovano in commercio cofanetti a tema.
  • croce: è il simbolo religioso più consono al sacramento della Prima Comunione.
  • candele: sono indicate, in particolare, quelle con l’immagine del volto di Gesù, come simbolo dell’illuminazione data dalla fede.

Non vi resta che definire un budget, selezionare il regalo che ritenete più adatto e formulare un pensiero di auguri carino e personale. Rifuggite dagli acquisti anonimi, privi di significato e non ponderati. Il piccolo o la piccola festeggiata vi ringrazierà!

Raccolta di idee per un albero di Natale originale, rigorosamente senza pino

Natale originale…

Non ho nulla contro i pini, ma…un albero di Natale originale, ogni tanto, va fatto.

Che sia a casa, in un negozio o a scuola, o nel proprio ufficio, ecco diverse idee per un albero di Natale concettuale, che di quello classico ha poco o nulla!

Ma come si realizza un albero di natale originale…? Si va da alberi più ricchi ed estrosi, a quelli più impegnativi tecnicamente a quelli del tutto minimali o adatti a bambini anche molto piccoli.

In base alle capacità artistiche e tecniche, insomma, sicuramente troverete un’idea fattibile per voi.

 

Se si hanno bambini piccoli, l’albero classico può essere complicato da mantenere intatto: palline, cordicelle, attraggono spesso i piccoli che tirano toccano e possono anche combinare guai. Si sono viste tante foto di alberi addobbati solo nella metà superiore; di certo, la tradizione va mantenuta ma una volta si può provare a realizzare qualcosa di originale insieme al bimbo e che poi col bimbo possa tranquillamente convivere.

Con cartoncini e ritagli, si possono creare sagome, anelli, da assemblare o dipingere. O un cono rivestito di stoffa, può diventare un gioco di stacca e attacca di ritagli natalizi. Non sembrano così complicati da realizzare:

 

alberonatale23

alberonatale10

alberonatale22

alberonatale9

albero natale originale

Se invece si vuole semplicemente addobbare in maniera insolita, si possono prendere queste idee “da muro”: che siano palline, ciondolini vari, con o senza cornice, nelle immagini di seguito si vedono degli addobbi davvero di effetto e adattabili più o meno a qualsiasi ambiente…anche qui, una volta trovato il materiale non appare eccessivamente tecnica la realizzazione del vostro albero di Natale originale:

 

alberonatale17

alberonatale20

alberonatale21

albero idee natale

Andando più sul pesante, sia come struttura in sé, sia come impegno diciamo di forze necessarie per le creazioni, c’è il legno: che siano bancali industriali o semplici tavole, con gli attrezzi giusti e pochissimo materiale per l’addobbo, si ottengono effetti forti, sicuramente adatti ad ambienti tipo baite o taverne. Il migliore per me è quello alla fine, che integra albero e presepe, una genialata:

alberonatale25

alberonatale16

alberonatale19

alberonatale4

alberonatale2

Se si hanno doti manuali e artistiche più consistenti, si può provare a utilizzare materiali estrosi come il tulle, bianco o colorato oppure pezzi da assemblare come nell’esempio dell’uncinetto: il risultato è sicuramente più chic, ma la lavorazione è più complessa e sicuramente richiede di seguire un tutorial, per chi fosse incuriosito. L’albero a cerchi sospesi, con luce centrale, sicuramente è uno dei più raffinati della raccolta. Raccomandato, però, a chi sa avviarsi con largo anticipo:

 

alberonatale14

alberonatale15

alberonatale8

idee natale albero

 

Qui di seguito, invece ho raccolto le idee più eleganti per l’albero di Natale: cioè quelle che possono stare in ambienti raffinatissimi o in cui colori sgargianti o volumi grossolani potrebbero stonare. Insomma per gli amanti del minimal: ci si può arrabattare anche in quel  caso. Scelti con cura i materiali, la realizzazione di uno di questi  alberi chic non dovrebbe richiedere l’intervento di un interior specialist. Potrebbe bastare un buon fornitore dei supporti necessari, e via.

alberonatale27

alberonatale26

alberonatale24

alberonatale13

Infine, l’ultima carrellata è la mia preferita…la vorrei definire, la sezione dei “non c’ho voglia”, di cui molto spesso mi sento parte. Mi piacerebbe creare e spaziare con la fantasia, ma mi capita spesso di perdere la pazienza o di lasciare i lavori a metà per mancanza del giusto tempo e della giusta dedizione.

Per chi ha comunque voglia di creare qualcosa da sé, ma magari non è nato esattamente per il bricolage…ecco alcune idee che possono sembrare banali ma che con l’opportuno accostamento di colori e situazioni, secondo me, potrebbero fare la loro comparsata con dignità.

Ecco esempi di albero di natale originale per chi al massimo vuole spenderci un’oretta e poco più!

alberonatale12

alberonatale11

alberonatale6

albero natale idee

 

Puoi leggere una raccolta analoga di idee per il presepe:anche in quel caso, le idee originali per addobbare sono su diversi livelli…
E in più, un post fatto per decorazioni varie lo trovi qui!

 

Tutte le immagini che trovate nel post sono reperibili sul mio account Pinterest , nell’album Alberi di Natale, con relative fonti e tutorial!

 

Bambini e Natale: presepe fai da te, molto fai da te

Arriva l’ atmosfera unica dicembrina:  bambini e Natale significa albero e presepe!

Ecco qui qualche spunto per un presepe facile da realizzare e soprattutto adatto anche a chi non è un grande appassionato del fai da te.

Ho preso idee per il presepe a prova di principianti…ognuno può trovare l’idea adatta alla propria abilità manuale e a quella dei propri bimbi.

 

Presepe realizzato con cartoncino:

Il cartoncino è uno dei materiali più semplici da utilizzare anche coi più piccoli. L’idea col cartoncino delle uova è davvero graziosa, ma anche realizzare statuine semplici e incollarle su una cassettina di legno non è così complicata e neanche ingombrante. Se vi occorre un tutorial iscrivetevi su qualche social di immagini come Pinterest: la scelta è davvero enorme!

, av trä m.m. Josef och Maria är 9 cm höga. Satsen innehåller kulor av trä, hobbyfärg (brun, mellanbrun, mörkblå), filt, tandpetare, glitter, piprensare, garn, hö, röd penna, pensel. lim och vägledning. Komplettera själv med en liten äggkartong.

presepecartone4

presepecartone3

presepecartone2

presepecartone1

natale bambini presepe




Presepe realizzato con sassi:

Questi sono i miei preferiti: il sacchetto che raccoglie i sassi coi vari personaggi è uno dei più semplici da realizzare anche se non si è molto esperti di pittura. Per chi invece si sente più artista, il sasso decorato sicuramente in casa farà il suo effetto originale…attenzione ai bimbi piccoli però!

presepesassi5

presepesassi4

presepesassi3

presepesassi2

presepesassi1

presepesassi0

 




Presepe “al barattolo”:

Altra idea che mi affascina: niente oggettini sparsi qui e là, ma un barattolo che racchiude il senso del presepe. Ottima idea anche per chi ha poco spazio o pochissime superfici di appoggio libere!

presepebarattolo3

presepebarattolo2

presepebarattolo1

 

Presepe profilato:

Per chi ama il minimalismo: niente raccolta di materiali vari, assemblamento, posizionamenti strategici…Per avere un bel presepe può bastare anche un semplice materiale rigido profilato o intagliato con forme stilizzate; e perché no anche dipinto, magari con degli stencil che immagino siano facilmente acquistabili in giro.

E neanche i più pigri e maldestri avranno scuse…

presepeprofilo0

presepeprofilo1

presepe profilato

Presepe cucito:

chi ha una maggiore manualità col cucito, può realizzare presepi o decorazioni molto più elaborati e personalizzabili; ho comunque scelto alcuni esempi di presepi che siano comunque minimali e raccolti. Appendere i personaggi a un filino sul muro, o realizzare il libricino/capanna che contiene i vari pezzi…davvero fattibile in poco tempo e facili da mettere via dopo le feste.

presepecucito3

presepecucito2

presepecucito1

 

Presepe con vari oggetti di recupero:

Qui ci sono invece immagini di veri e propri presepi di recupero: oggettistica varia che, con qualche pezzetto di stiffa, un po’ di colla e vernice…diventano splendidi esempi di presepi sostenibili! Molte volte sono proprio gli oggetti che abbiamo tra le mani tutti i giorni, quelli che possono diventare davvero i migliori “lavoretti”. Sono idee ottime anche da far fare a scuola!

presepevario1

presepevario5

presepevario7

presepevario3

presepevario2

presepe natale bambini

 

Presepi vari e idee aggiunte per il Natale 2019 (teniamoci aggiornati!):

Qui di seguito riporto alcuni presepi di vario genere, realizzati con carta o cartoncino semplice, carta piegata, filo esteso, filo in rocchetti, filo di ferro…insomma ci vuole davvero pochissimo materiale, facilissimo da reperire, per creare un presepe estroso. Mi piace in particolare quello coi rocchetti di filo e i bottoni!

 

presepe-fai-da-te-carta

presepe-fai-da-te-cartoncino

presepe-fai-da-te-carta

presepe-fai-da-te-filo

presepe-fai-da-te-carta

 

presepe-fai-da-te-filo

presepe-fai-da-te-bottoni

 

presepe-fai-da-te-filo-ferro

presepe-fai-da-te-cubi

 

Qui trovi anche una raccolta analoga di idee per creare un albero di Natale originale: le idee spaziano tra diversi tipi di materiali, rigorosamente senza albero.

Qui, invece, una raccolta di spunti per decorazioni fai da te, con pigne, carta, materiali di vario genere, sempre all’insegna del fai da te…come dire…facile!

Tutte le immagini che trovate nel post sono reperibili sul mio account Pinterest , nell’album presepi, con relative fonti e tutorial!

Clicca e fai girare!

 

Breve guida a siti green #2

Il mio blog tratta diversi temi,  tenuti insieme dal filo contorto della vita genitoriale: risparmio, scelte ecologiche, attenzione alle relazioni coi figli; un filone abbastanza ampio definibile come “stile di vita naturale”, che detto in termini internazionali potrebbe definirsi Green lifestyle.

Con questo post di oggi vi indico altri siti green (l’articolo con la prima lista la trovate qui) che ho trovato interessanti, finora, e da cui a volte prendo spunti. Sono in ordine casuale, alcuni li leggevo anche prima di aprire il mio blog e continuo a seguirli, altri li ho incontrati nel tempo, sui vari social. 

green naturale

I- Econote Portale che si occupa di tematiche ambientali, sostenibilità e risparmio. E di tanto altro, sempre in veste “green”. Ha anche una sezione per mamme e papà, ma personalmente lo seguo maggiormente per i numerosi spunti che offre in generale per la vita quotidiana, e anche riguardo a scelte ed acquisti. Una delle ultime pagine che ho letto e apprezzato è stata sul tema del turismo sostenibile. Il portale affronta molti temi diversi, ed è proprio per questo che trovo sempre qualche “curiosità” davvero interessante.

II- Bioradar Uno dei più famosi green magazine, probabilmente anche il più conosciuto e condiviso su facebook. Il sito ha la sezione magazine e quella social; di solito mi soffermo soltanto sugli articoli: la scelta è davvero vastissima, gli articoli interessanti, e i contenuti abbastanza diversificati: ci sono articoli su vari temi come ricette, fai da te, curiosità e anche video e podcast. Una raccolta particolarmente ricca, molto attiva anche sui social. Oggi ho visto questo articolo  sulla coltivazione di frutta e verdura: non credo che riuscirò a metterlo in pratica…il mio pollice non è proprio così green. Ma l’ho trovato comunque molto interessante e ben fatto!

III- Around Family  Sito che offre idee e spunti per fare gite in famiglia. Per visitare il sito è necessario registrarsi o accedere con account Facebook; io ho scelto di registrarmi. Poi vanno inseriti i propri dati e, sicuramente, tutto questo appare un po’ macchinoso e poco invitante. Ma ritengo che ne sia valsa la pena perché il sito offre mappe, itinerari eventi per famiglie con bimbi da 0 a 12 anni. La parte più bella di questo portale è che, una volta entrati, potete voi stessi inserire vostri itinerari, recensioni, commenti e contribuire alla crescita delle opzioni a disposizione. Il sito si dichiara indipendente, questo significa che i consigli non sono sponsorizzati ma solo frutto delle esperienze di altri genitori.

Pertanto, la forzatura a registrarsi ha proprio questo senso: quello di garantire una certa affidabilità dei contenuti. Provatelo!

IV- Mammole Un classico portale per mamme e future mamme, con una particolare inclinazione verso tematiche naturali. Vedrete già da subito la differenza da altri portali -più famosi e “standard”- dal tipo di banner pubblicitari che compaiono. E, soprattutto, dal team di persone che compone la redazione: sono garantite elevata professionalità ed esperienza pluriennale.  Ecco uno degli articoli che mi è capitato di leggere ultimamente, sul tema del co-sleeping.

 

Conoscete già questi siti? Ne leggete altri? Commentate!

…e che gli regalo?

Regalo da prendere a una festa di compleanno all’ultimo minuto?Andate a cena da amici e volete portare un pensiero ai piccoli? Si avvicina Natale e non sapete che fare?Una persona che non ha figli o che ha figli di altre età, spesso non sa come muoversi.

Per fare un regalo adatto alle varie fasi di crescita, una breve guida per capire da che parte cominciare, !

angel-569230_1920

Il regalo per i neonati:

Scegliere un regalo per un neonato non è mai facile, ma non spendere troppo per oggetti o vestitini dedicati ai primissimi giorni di vita, è già un grande passo.
I genitori hanno già un corredino, e faranno a malapena in tempo a usare quello.
Se acquistate altri capi probabilmente resteranno non messi o al massimo indossati una sola volta.
Guardate più in avanti, scegliete taglie 3 mesi o più, anche per i giochini.

Se volete regalare qualcosa di più importante o costoso, come giochi medio-grandi, radioline di sicurezza, seggiolone e company, chiedete direttamente ai genitori se gradiscono la vostra idea o se hanno fatto una lista.

Il bimbo non sa nulla, i genitori saranno presi da tante novità…evitiamo i doppioni o il giro in negozio per cambiare l’articolo!

Per andare sul sicuro? Copertine, giochi classici tipo palla morbida, sonaglietti, carillon.

Libricini semplici, felpine e tute di media pesantezza: tutto ciò che il bambino potrà usare nel primo anno di vita e che non costituirà un oggetto troppo ingombrante, in caso di doppione.

Consiglio dell’ultimo minuto: set pappa + bicchierino in plastica con beccuccio

Il regalo per bimbi fino ai 2-3 anni:

superman-1070457_1920

In questi due anni il bambino attraversa tante fasi diverse, dallo stare seduto, inizierà a mangiare, a gattonare,  a camminare…Fare regali in questa fascia è abbastanza semplice, ma occorre stare molto attenti a cosa si regala, per il pericolo di soffocamento con oggetti piccoli e colorati.

Quindi sempre molta attenzione a regalare oggetti sicuri e di buona fattura: con l’indicazione dell’età del bimbo e possibilmente il marchio CE.

Inizia la fase di mattoncini, pupazzi, palla, trottoline, lavagnette o tavolini con attività, ma anche libri più strutturati, tipo pop up o con finestrelle e semplici puzzle. Già da questa età il bambino gradisce molto il regalo, e se trova un capo d’abbigliamento resterà un po’ deluso…

Se volete andare sull’utile, la mamma sarà contentissima, ma aggiungete comunque un piccolo gadget per il bimbo: sarà contentissimo anche con una semplice macchinina o un librottino colorato.

Il momento è buono per giochi come tricicli, bici senza pedali e banchetti da lavoro o mini-cucine: anche in questo caso, accertiamoci che in casa non siano già presenti!

Consiglio dell’ultimo minuto: set di animali in plastica

Il regalo per i bambini 3-5 anni:

toy-228934

Compiendo i tre anni, al bambino si aprono tanti nuovi orizzonti: ha acquisito abbastanza padronanza delle sue azioni e capisce se è il caso o meno di mettere oggetti in bocca.
Ovviamente il bambino dev’essere sempre supervisionato quando gioca con oggetti piccoli, per la sua innata tentazione a portarli in bocca o a infilarli nel naso.

Ma dai 3 anni tanti giochi diventano diciamo permessi, come i lego classici, i colori, i timbrini, i crea gioielli, la pasta modellabile, le sorprese degli ovetti e così via.


L’offerta si ingrandisce tantissimo e fare un regalo sarà piuttosto complicato per la vastità degli oggetti ma anche per le stampe, i personaggi in voga, le preferenza di ogni bimbo.

Noi abbiamo attraversato il periodo di Hello Kitty, quello di Peppa Pig e quello di Violetta abbastanza tranquillamente; adesso credo che per la bambine di 2-3 anni sia il momento di Masha e Orso; comunque, ogni paio d’anni esplode un personaggio: il mio consiglio è, se potete, quello di mantenervi distanti dal personaggio top del momento e andare su generi più neutri.
Questo semplicemente perché il bimbo stesso chiede ai genitori quei prodotti, per cui ne saranno già ampiamente forniti.

In questo periodo arriverà anche l’abilità di usare il monopattino o la bici da “grande”. 

Consiglio dell’ultimo minuto:  libricini da colorare + colori, puzzle, automobiline.

Il regalo per bambini 5-8 anni:

minion-972910_1920 doll-611871_1920

Durante i primi anni delle elementari il bambino inizia a leggere, e a sviluppare tutte le abilità manuali, anche le più raffinate.

Il bambino è pronto per strumenti più avanzati, come orologi, tablet, giochi di società, scacchi e dama, mattoncini di piccolo taglio, videogames e consolle.

Inizia a differenziarsi il gusto “di genere”, quindi le bambine gradiranno bambole, principesse, libricini di moda e similari. I ragazzi mostri e personaggi più o meno aggressivi o misteriosi, e mezzi di trasporto. In generale, se non si conoscono gusti o passioni particolari, conviene andare sui classici, come libri, raccolte di stickers, mattoncini, dvd.

Consiglio dell’ultimo minuto:  libro di lettura, una confezione di lego friends o lego city.

Per i regali da 8 anni in su…ehm…ti farò sapere quando ci sarò passata!

Ti è mai capitato di dover fare un regalo, e non sapere da che parte cominciare?

Che tipo di regali preferite ricevere, tu o i tuoi bambini? Io adoro questi qui, in legno!

 

 

Vivibilità e ordine per famiglie coi bimbi

Sulla scia del mio entusiasmo per la lettura del libro della Kondo, (articolo con recensione qui), ho approfondito anche la raccomandazione che mi ha colpito di più, che  è stata: immagina come vuoi i tuoi spazi. Cosa che in genere siamo abituati a fare al contrario: guardiamo degli spazi e cerchiamo di capire se ci vanno a genio.

In questo modo è garantito che si passeranno tante ore a cercare, senza sapere esattamente cosa stiamo cercando. Sicuramente avere spirito di osservazione aiuta a crearsi un’idea di ciò che si vuole, e soltanto avendo tante possibilità di fronte si capisce cosa possa fare al caso nostro. Ma  è anche vero che dobbiamo sapere cosa vogliamo.

Mi viene spontaneo citare un famoso adagio di Seneca:

nessun vento è favorevole

per il marinaio che non sa a quale porto voglia approdare

Nessuno mai ci manderà per posta un’immagine della nostra casa ideale…e no, non valgono cataloghi monomarca: quegli arredi ci piacciono, ci incuriosiscono, ci fanno accendere una lampadina. Ma cosa vogliamo (e cosa non vogliamo) noi in casa nostra possiamo trovarlo soltanto da soli.

Un po’ come per tutti gli altri aspetti della nostra esistenza: se non sappiamo cosa vogliamo, come potremo ottenerlo?

Mi sono messa quindi alla ricerca di quello che voglio: voglio una casa vivibile, comoda, pratica ma anche accogliente e rassicurante. L’essenzialità estrema sicuramente aiuta con l’ordine, ma a quale livello riusciamo ad arrivare, in questa scala dell’ essenzialità? Basta togliere di mezzo tutto? Accessori, soprammobili?

Comprare solo mobili totalmente chiusi per evitare l’effetto “roba in vista”?

E non si rischia di finire per avere un arredo asettico, stile camera sterile?

La mia angoscia nei confronti dell’ordine è sempre stata questa: troppo rigore mi trasmette un senso di vuoto e di noia.

 

Jugendstil Wohnung/ Endetage/ Harvestehude/ Hamburg / Living-Room : Sala da pranzo moderna di Studio Stern

Studio Stern/ Homify.it

 

Cercando di avere bene in mente cosa voglio e cosa si adatta al mio appartamento, quindi immedesimandomi in un marinaio che sa dove deve andare ad attraccare, mi sono messa alla ricerca di ciò che ci vuole per me. Continua la lettura di Vivibilità e ordine per famiglie coi bimbi

I soliti film di Natale? Ma anche sì!

il post parla dei miei film di natale preferiti per bambini. In genere non scrivo articoli in base al calendario e mi piace scrivere cose che siano rileggibili in qualsiasi momento dell’anno.

Questo, però, è il primo Natale che passerò in compagnia del mio blog. Quindi voglio scrivere un articolo natalizio. Ma unirò alla mia solita manìa di suggerire idee per i bimbi, un certo desiderio di rendermi utile: so che passare le vacanze di Natale, coi bimbi in casa, non è semplice.

auguri

 

Quindi mi diletto in una dissertazione sui migliori film di Natale per bambini da vedere da soli, in famiglia, con gli amici, coi nonni…

Pellicole per tutti, alcune un po’ datate, forse viste e riviste: ma i bimbi sono piccoli, per loro niente è trito e ritrito; da qualche parte dovranno pur cominciare

Continua la lettura di I soliti film di Natale? Ma anche sì!